venerdì 22 maggio 2015

Come funziona SixthContinent, il Reddito di Cittadinanza spiegato dal fondatore

Mi sono iscritto al Social network e dopo qualche giorno vedo che il mio conto comincia a crescere di poco (ovvio, dato che mi sono limitato solo ad iscrivermi senza fare altro), poi mi vedo attribuire ben 50€ di crediti premium (!) quindi pongo delle domande per capire meglio.
Alla domanda:"chi controlla il sistema di distribuzione?", Fabrizio Politi, uno dei fondatori, risponde chiaramente: 
Nessuno, perche' non potremmo fidarci di nessuno
un sistema del genere non potrebbe essere lasciato nelle mani di uno o qualcuno, gli esseri umani sono fallibili 
e un nuovo sistema sociale come sixthcontinent, che sfrutta la tecnologia digitale non può fondarsi su "fiducia" e "speranza" in una o piu' persone, ma su algoritmi e sistemi matematici, in equilibrio matematico e non influenzabili da essere umani.
L'algoritmo momosy, alla base del "sistema economico toroidale" di SixthContinent, applica ai consumi e alla micro/macroeconomia l'algoritmo di Jhon Nash, matematico premio nobel piu' famoso per il film "a beautiful  mind". 
Il sistema di distribuzione del reddito di cittadinanza e' oggettivo, verificabile ed utilizza dati reperibili da chiunque. Il sistema di distribuzione e' stato sviluppato su di una logica "peer-to-peer" nel quale tutti gli utenti e soggetti che partecipano alla rete di connessione possono collaborare e controllare al tempo stesso. Per garantire la collaborazione e il controllo da parte di tutti i partecipanti abbiamo reso visibile e trasparente dati come il "reddito ricevuto" di ogni utente, il fatturato di ogni negozio e il numero delle transazioni effettuate, inoltre ogni utente ha nel proprio portafoglio un vero e proprio conco corrente con lo storico e il dettagli di come e' stato generato e calcolato il "reddito di cittadinanza" ricevuto quotidianamente, ovviamente alcuni dati sono "aggregati" per garantire la privacy degli utenti, io non so dove un amico ha speso e quanto, a meno che lui non decida di condividere l'esperienza con un "post cliente", ma posso sempre verificare l'effetto di ogni transazione, ad esempio: se faccio una transazione presso un negozio che ho invitato io, oppure un mio amico, possiamo calcolare e verificare il giorno successivo che sia stato rispettato il sistema di distribuzione pubblico. Questa verifica l'abbiamo fatta noi per mesi per verificare che il sistema sviluppato fosse sempre perfetto e verificabile.

Alla seconda domanda, "perche' abbiamo ricevuto 50€ di crediti premium?" Politi spiega: Va chiarita la differenza tra Reddito di Cittadinanza e Crediti Premium.
Il "reddito di cittadinanza" e' denaro contante su di un conto corrente che la societa' SixthContinent di diritto locale -nel vostro caso "SixthContinent Italia"- sposta verso il conto corrente del commerciante appena voi cittadini effettate l'acquisto, quindi siete voi a decidere dove e quanto utilizzarne e il "sistema" lo invia in automatico tramite bonifico bancario, oppure in tempo reale tramite paypal. 
Chiunque può controllare gli effetti del proprio acquisto e quindi il rispetto delle regole di distribuzione del R.d.C. (Reddito di Cittadinanza). Paypal ha sviluppato un sistema dedicato a SixthContinent proprio per gestire il nostro modello economico e di distribuzione del reddito di cittadinanza speso dai cittadini. 
Chiarito cos'e' il R.d.C., adesso chiariamo cosa sono i "crediti premium": come avrete notato nel vostro portafoglio i "crediti premium" sono ben distinti dal reddito di cittadinanza, perche' i crediti premium sono titoli o meglio buoni di acquisto, che danno diritto di pagare un prodotto o servizio sino al massimo del 50% del suo valore, ma in questo caso il negoziante vede la parte pagata coi crediti premium come un vero e proprio sconto, a differenza del reddito di cittadinanza che e' denaro che voi cittadini non pagate ma che il negoziante riceve sul proprio conto corrente, quindi questi "crediti" sono sconti che il negoziante accetta di riconoscere ai cittadini. 
Proprio per incentivare gli acquisti e contribuire ai consumi dei cittadini e promuovere, far conoscere, ed orientare i consumi verso i negozi appena affiliati SixthContinent ha deciso di non chiedere nessun pagamento d'ingresso al negozio, ma di chiedergli come condizione di riconoscere ai cittadini una posizione "crediti premium" anziche' pagare 50€ a SixthContinent. 
SixthContinent chiede quindi al negozio di riconoscere 50€ di "posizione sconto" ai cittadini e voi cittadini potete utilizzare questi crediti anche in maniera parziale, ad es. io potrei avere crediti premium per 50€, fare un acquisto presso un negozio per complessivi 40 euro di cui il 50% (cioè 20€) utilizzando SixthContinent, quindi utilizzerei 20 euro di crediti premium e la posizione premium del negozio scenderebbe a 30€ che potrebbe essere sfruttata da altri cittadini. Quando i 50 euro sono stati utilizzati (significa che sono stati fatti acquisti per euro 100), la posizione si estingue e il negoziante e' libero di non attivare mai piu' questa posizione "premium" oppure può attivarne di nuove in futuro, perche’ grazie a questi crediti ha iniziato a farsi conoscere, ha attirato nuovi clienti e ha conosciuto cittadini di SixthContinent, pertanto e' una sorta di "promozione" verso i clienti/consumatori/cittadini SixthContinent.
Spiegato quanto sopra, SixthContinent ha riempito il portafoglio di tutti i cittadini SixthContinent in Italia, attualmente oltre 60.000, per consentirgli di avere immediatamente un titolo di acquisto di 50euro che si somma al reddito di cittadinanza ricevuto ogni giorno. Grazie a questi crediti i vostri portafogli contengono già un saldo rilevante da spendere presso tutti i nuovi negozi che si stanno registrando, infatti, come più sopra spiegato, l'attivazione della posizione di 50€ come crediti premium viene richiesta necessariamente al negozio come condizione per la registrazione dell'attività in SixthContinent. Vi ricordo che quando invitate un negozio, appena il negozio accetta di registrarsi grazie al vostro invito, il cittadino che ha invitato il negozio riceve subito ulteriori 50€ di crediti premium e per sempre l'1% delle sue vendite in reddito di cittadinanza (ovviamente di tutte le vendite ai cittadini di sixthcontinent). 
SixthContinent ha voluto caricare di 50€ di crediti premium tutti i portafogli dei cittadini per consentire a tutti, anche chi non sia ancora riuscito ad invitare un negozio, di usufruire di questi crediti, che sono una vera e propria "valuta" nel portafoglio elettronico SixthContinent, che si somma al reddito di cittadinanza e viene calcolata ed utilizzata automaticamente dalla vostra app mobile nel momento che cliccate sul tasto "paga" nella pagina di un negozio.
Presto, prosegue Politi, attiveremo come requisito necessario per spendere il "Reddito di Cittadinanza", denaro generato dalla comunita', cittadini, negozi e imprese, il completamento del profilo personale e l'inserimento del "codice fiscale", per evitare un eventuale utilizzo improprio o la creazione di piu' account per un singolo cittadino, elementi essenziali per creare un nuovo continente ed un nuovo sistema sociale equo ed equilibrato. 
Per i profili "fake" c’è sempre facebook a disposizione.
Ogni 12 mesi il Reddito di Cittadinanza non utilizzato da un utente viene ridistribuito a tutti gli Utenti Connazionali, ovvero gli utenti del medesimo Paese. Questo evita che denaro si accumuli e non venga utilizzato in utenti inattivi, utenti fake oppure, come spesso accadrà, in utenti che non hanno la capacità di spendere una somma elevata di RdC ricevuto.
Mi spiego con un esempio: se mia zia in base a reddito e abitudini spende 2.000€ al mese, e riceve 3.000€ al mese di Reddito di Cittadinanza, ha 2 scelte: 1) raddoppia la sua capacità di spesa, spende 4.000€ (2mila di stipendio e 2mila di EdC) al mese, perché il RdC contribuisce sino al 50% degli acquisti, e le rimarrà sempre circa 1.000€ al mese in più, dopo dodici mesi probabilmente ha 12.000€ fermi perché non riesce ad utilizzarli per il momento è il Sistema li ridistribuisce ai Cittadini del medesimo Paese in parti uguali. 2) La Zia può scegliere di continuare ad effettuare acquisti di 2.000€, non modifica le sue spese mensili, ma riesce a risparmiare 1.000€ del suo stipendio che decide di conservare in Banca. In questa seconda ipotesi ha un extra accumulo di ben 2.000€ e dopo 12 mesi avrà accumulato e inutilizzato circa 24.000. Questo sistema evita da una parte accumuli di denaro non utilizzati a danno di cui ne avrebbe bisogno ed il limite del 50% è un "calmiere" che consente di "RADDOPPIARE" il potere di acquisto di un Cittadino, ma evitare che uno accumuli e basta in maniera passiva e poi spenda tutto quello che arriva da altri e scarichi il sistema a vortice virtuoso di crescita economica che sostiene ed eleva il livello della Comunità.
Se l'articolo ti è piaciuto, 
e condividi l'esperienza di SixthContinent

Google+ Followers

IL REGALO di OGGI: